Igiene fuori casa: una questione privata?

“Io sono dell'opinione che la mia vita appartenga alla comunità, e fintanto che vivo è un mio privilegio fareper essa tutto quello che mi è possibile.” G. B. Shaw

 

A.I.S.E. – International Association for soaps, detergents and maintenance products – ha chiesto ai cittadini europei qual è la percezione dell’igiene fuori casa e l’importanza che essa ha per i consumatori.

Siete curiosi?

Il 59% degli intervistati ha risposto di dare per scontata la pulizia nei luoghi pubblici.
Probabilmente è scontato perché ciascuno è particolarmente accurato nell’abitare gli spazi e ha a cuore la pulizia dell’ambiente che lo circonda!
L’affermazione ha ovviamente un tono volutamente sarcastico, però è vero: l’abitudine a delegare la responsabilità della cura dei luoghi pubblici spesso fa perdere di vista l’importanza del ruolo di ciascuno nel mantenere integri e puliti spazi abitati e ambiente.

L’industria è percepita positivamente: il 63% dei cittadini, che hanno risposto al questionario, ha dichiarato la sua fiducia nelle imprese e nell’ attenzione da loro rivolta alla tutela della salute e del habitat comune.

Grazie a questa indagine scopriamo quanto l’igiene sia un aspetto fondamentale nella scelta di ambienti specifici e nella valutazione della loro vivibilità:

  • Il 95% reputa fondamentale la pulizia di biancheria da letto, da bagno e dei servizi igienici all’interno degli ospedali e degli hotel.
  • Il 94% ritiene la pulizia delle stoviglie nei ristoranti importante tanto quanto la qualità del cibo stesso
  • Il 79% è meno incline ad acquistare in negozi o supermercati sporchi
     

In Italia vengono applicate normative, procedure e vademecum specifici per ciascun ambiente professionale ed esistono accurati controlli periodici che tutelano l’utente da sorprese spiacevoli in materia di igiene nei luoghi pubblici. Certo: l’aiuto dei singoli cittadini dato da un comportamento rispettoso degli spazi comuni è sicuramente fondamentale!

Entrando nella sfera privata scopriamo che ci sono diversi fattori che spingono un utente ad acquistare un prodotto detergente a discapito di un altro.
Il primo valore considerato è il prezzo, fondamentale per il 78% degli intervistati, seguito da offerte, formato e fragranza.
Cambia anche la percezione della qualità dei prodotti su base geografica.
La performance dei detergenti viene valutata in modo positivo e con percentuali molto alte nelle seguenti zone:

  • 92% Est EU
  • 89% Ovest EU
  • 88% Sud EU
  • 86% Inghilterra, Irlanda e Scandinavia
     

Analizzati questi dati, vi lasciamo con una domanda: dato per assunto l’impegno di imprese pubbliche e private nella cura dei luoghi frequentati da tutti per necessità o diletto, qual è l’impegno richiesto a ciascuno di noi nella tutela del bene comune?

Attendiamo le vostre risposte su Facebook, su Instagram e via email all’indirizzo redazione@pulitiefelici.it

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x