Pulire la polvere

Puliti&Felici - Pulire la polvere

Scaffali, mensole e librerie sono la cartina di tornasole sul livello di polvere che abbiamo in casa: più polvere troviamo su queste superfici e più dobbiamo renderci conto che la nostra abitazione è soggetta alla polvere. I motivi possono essere vari, ma in linea di massima considerate che quasi tutta la polvere proviene dall’esterno.

 

La polvere corrisponde all’accumulo di micro particelle di varia natura ed è una delle principali fonti di allergie legate alla pelle e alla respirazione. Gli acari della polvere, in particolare, sono allergeni che causano asma: le pulizie di casa limitano notevolmente il loro proliferare e i rischi che ne corrono.

 

Scaffali, mensole e librerie rappresentano una rifinitura sulla pulizia della polvere, ci sono tuttavia una serie di attività che dobbiamo svolgere con maggiore frequenza, in modo tale dache, una volta arrivati agli scaffali, non trovarli ricoperti da uno strato di polvere imbarazzante.

Stiamo parlando di:

_ pulire i pavimenti (usate prodotti specifici a seconda della superficie)

_ battere i cuscini (ciclicamente battete i cuscini all’esterno e liberateli dalla polvere che li impregna)

_ cambiare la biancheria da letto (tenete presente che la polvere è anche composta dai residui della vostra pelle)

_ passare spesso l’aspirapolvere (su tappeti e pavimenti, controllate la condizione dei filtri)

 

Cercate di pulire periodicamente i caloriferi (anche all’interno), utilizzando gli appositi filtri: dopo poco tempo il loro annerimento testimonierà che non si è trattato di una precauzione inutile.

Per le superfici dei mobili utilizzate un panno in microfibra (anche quelli tradizionali servono egregiamente allo scopo), oppure uno dei panni cattura-polvere che, in diversi formati, si trovano in commercio. L’utilizzo di un prodotto apposito, da spruzzare sul panno, può inoltre aiutare ad assorbire la polvere ed evitare che venga dispersa in giro, o peggio, respirata, e può contribuire a migliorare l’aspetto superficiale dei mobili di legno.

 

Se usate un vecchio straccio o un panno di carta, quando sarà impregnato di sporco, buttatelo; se invece usate un panno in microfibra o uno straccio, potete tranquillamente lavarlo e riutilizzarlo. Per i panni in microfibra evitate temperature troppo alte.

 

È un lavoraccio, ma alla fine vi renderete conto di respirare un’aria diversa.

Possono interessarti anche questi articoli: 
A volte anche la lavatrice emette cattivi odori.
...
Ancora non abbiamo avuto occasione di parlare degli animali domestici.È un capitolo bellissimo, molto appassionante e strettamente legato alle pulizie di casa.

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x