Pulizia degli accessori del mondo della tecnologia

 

Vi è mai capitato di mettervi a letto e guardare un film sul vostro computer o il tablet? Probabilmente per non disturbare chi abita insieme a voi avete anche indossato le cuffiette e abbassato la suoneria del telefono. Bene, senza rendervene conto, avete già utilizzato diversi dispositivi tecnologici e ciascuno di essi è venuto a contatto con le vostre mani, il viso e le orecchie. Per questo è importante occuparsi di una corretta pulizia e manutenzione.

Per tablet, computer e smartphone, la prima superficie di cui prendersi cura è il vetro. Basterà utilizzare un panno in microfibra su cui spruzzare una piccola quantità di un detersivo per i vetri o specifico per schermi. Ciò permetterà di pulire impronte o macchie in modo delicato. Evitate di utilizzare pezzi di carta, fazzoletti o stracci che potrebbero procurare graffi e non spruzzate direttamente il detersivo sullo schermo. Attenzione anche a non esercitare troppa pressione sullo schermo perché si potrebbero generare malfunzionamenti dello stesso.

Per il computer è importante prestare attenzione anche alla tastiera in quanto, tra i tasti, si annidano molteplici granelli di polvere che a lungo andare possono comprometterne il funzionamento. Per pulirla, basta capovolgerla per far sì che la polvere possa cadere, in ogni caso si può utilizzare anche il semplicissimo metodo del soffiarci sopra, con la bocca o tramite delle specifiche bombolette d’aria compressa. Se volete c’è anche l’opzione del cotton-fioc.

Anche la pulizia del mouse è un aspetto che non deve essere trascurato; se il mouse ha ancora la pallina, dovreste smontarla, per eliminare la polvere che inevitabilmente ha raccolto e che potrebbe anche interferire con il buon funzionamento. In questi casi i cotton-fioc imbevuti con un buon detersivo sgrassatore sono probabilmente indispensabili. Se invece il mouse è di tipo ottico, probabilmente il punto che richiederà maggior attenzione è la rotellina dello scroll: in questo caso una spugnetta con un detersivo sgrassatore potrà far fronte anche allo sporco più ostinato.

Ci si può occupare anche della pulizia delle porte USB, del jack delle cuffie e del caricabatteria utilizzando uno stuzzicadenti. Ovviamente fate attenzione che non rimanga incastrato!

Per quanto riguarda le cuffiette è fondamentale utilizzare

  • uno spazzolino da denti asciutto o un pennellino a setole morbide per spolverare le componenti metalliche e i forellini presenti nella parte superiore;
  • acqua calda e qualche goccia di sapone neutro per lavare eventuali gommini in silicone rimovibili;
  • un dischetto di ovatta o un cotton-fioc imbevuto di alcool isopropilico per rimuovere la sporcizia esterna, usando ogni estremità per una singola superficie;
  • un panno delicato pulito privo di pelucchi per asciugare le cuffie alla fine del procedimento.

E se le cuffiette sono a bluetooth, come pulire la loro custodia? Si utilizza lo stesso procedimento perché negli scomparti potrebbe essersi accumulata polvere o sporcizia depositata dalle cuffiette.

E come comportarsi con le custodie del telefono?

  1. Per prima cosa è importante rimuovere il telefono dalla custodia, e porla in una bacinella aggiungendo 250 ml di acqua tiepida con una goccia di detersivo per i piatti. Se invece la vostra custodia non è in silicone ma è in pelle allora bisogna utilizzare una goccia di sapone naturale o detersivo delicato, tipo quello specifico per i neonati, e potete completare il trattamento con un poco di crema idratante. Se la custodia è fatta di legno vero, attenzione ad usare l’acqua e scegliete un prodotto per pulire il legno.
  2. Se la custodia è in silicone potete utilizzare uno spazzolino o usare una spugna o un panno immerso nell’acqua insaponata. 
  3. Strofinate la superficie seguendo un movimento circolare pulendo sia la parte interna che esterna
  4. Risciacquate la custodia e asciugatela con un panno morbido
  5. Lasciate asciugare la custodia all’aria per almeno un’ora

E per pulire la custodia del computer?

Procuratevi un vecchio spazzolino o uno strofinaccio. È sconsigliato usare spazzole per il bagno o con setole di plastica o metallo strette, perché potrebbero danneggiare lo strato superiore della borsa.

Ovviamente è necessario disporre di un detergente, poiché l’acqua sola non riuscirà a togliere lo sporco. Potete contare anche sulla lavatrice, rende il processo più conveniente per chiunque, ma occorre prendere delle precauzioni. Dopo aver svuotato la borsa e strofinati via i residui, lavarla impostando un ciclo delicato (massimo 30 gradi). Ricordarsi di chiudere le cerniere prima di avviare la lavatrice.

Dopo questi consigli potrete finalmente stare tranquilli, non riuscirete a vedere i batteri neanche con il binocolo!!

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x