Come tenere pulita la casa dai peli del cane (vale anche per i gatti)

Il cane è il migliore amico dell’uomo da tantissimo tempo; si narra che la sua origine risalga ai tempi prestorici e risulta essere da sempre l’animale domestico più fedele: è capace di instaurare con il proprio padrone una sorta di “rapporto d’amore” difficilmente quantificabile.

Chi ha un cane sa bene che non è sempre tutto rose e fiori, anzi, molte volte, rappresenta un vero e proprio impegno a cui non possiamo esimerci dal non fare: portarlo fuori almeno 2 volte al giorno, preparare la pappa rispettando una scheda e dieta alimentare commisurata alle sue necessità, cure mediche, visite dal veterinario e soprattutto bisogna abituarsi a convivere con il pelo.

Il manto infatti rappresenta per l’animale una forma di protezione dagli agenti atmosferici nonché un sistema di autoregolazione, e dunque due volte all’anno (in primavera e autunno) i nostri amici a quattro zampe compiono la muta, un processo naturale e fisiologico di cambiamento del pelo di cui necessitano per adattarsi alle temperature stagionali.

Molto spesso però questo procedimento può rappresentare e creare alcuni fastidi, soprattutto se si tratta di perdite molto copiose; un primo atteggiamento da adottare e che suggeriamo è quello di spazzolare il cane almeno due volte a settimana: questo agevola la muta contenendo il più possibile eventuali perdite e contribuisce a mantenere pulito e lucido il pelo.

Ma ci domandiamo: come possiamo comunque mantenere pulita la casa e i vestiti dai peli dei nostri amici a quattro zampe?
Ecco qui di seguito alcuni consigli utili oltre all’intramontabile rullo leva pelucchi, da utilizzare sugli abiti e sui tessuti:

- Utilizzare un guanto per i piatti bagnato: grazie all’elettricità statica il guanto leggermente umido passato su superfici e tessuti in un unico verso permette di raccogliere i peli in un punto e poi rimuoverli con un aspiratore.

- Utilizzare il nastro adesivo: lo strato di colla permette di raccogliere velocemente i peli da superfici e tessuti non delicati.

- Ricoprire divani e sedute con teli a trama stretta che non trattengono il pelo rappresenta la soluzione più pratica, comoda e facilmente lavabile.

- Ricordate che l’uso dell’ammorbidente, mantenendo integra la struttura delle fibre dei vostri capi, offre il vantaggio aggiuntivo di facilitare l’eliminazione dei peli da essi.

- per tenere sempre puliti i pavimenti suggeriamo di passare almeno una volta al giorno la scopa, un panno in microfibra oppure l’aspirapolvere. Anche l’uso dei piumini sintetici cattura-polvere è molto efficace per catturare e rimuovere i peli degli animali.

Ora non vi resta che coccolarvi il vostro amico senza aver più paura e timore di trasformarvi in uno yeti.

Avete dubbi o domande che vorreste sottoporre alla nostra redazione? Scriveteci su Facebook e su Instagram.

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x