L'ammorbidente NON è nocivo per la salute!

Ammorbidente sì o ammorbidente no?

In internet molti ne parlano, ma davvero pochi ci stanno capendo qualcosa.

Facciamo allora un po’ di chiarezza, sfatando falsi miti!

In primo luogo è falso pensare che l’ammorbidente sia tra i prodotti più tossici in ambito domestico: gli ingredienti utilizzati infatti sono sottoposti ad una rigida valutazione di sicurezza richiesta dalla legislazione internazionale (REACH) sulle sostanze chimiche e non sono pericolosi.

Alcune componenti del profumo, siano esse di origine naturale o sintetica, possono presentare profili di sensibilizzazione nei confronti di soggetti già allergici, ma sono dichiarati  sull’etichetta! Questa è una buona norma che riguarda tutti i prodotti in commercio.

Sveliamo un altro falso mito: secondo alcuni un carico tossico a basso dosaggio ripetuto nel tempo può generare conseguenze estremamente nocive per la salute.

Come già detto, le sostanze contenute negli ammorbidenti sono sottoposte a severi processi di valutazione che ne garantiscono l’innocuità anche nelle condizioni in cui sono utilizzate nei prodotti: la valutazione degli scenari espositivi fa parte del processo richiesto dal REACH, la normativa vigente in campo chimico.

Terza e non ultima bufala: si sostiene spesso che le sostanze chimiche impiegate risultino non biodegradabili e che nemmeno i depuratori riuscirebbero a eliminarle dall’acqua. 

Ebbene sappiate che è assolutamente FALSO!

I tensioattivi cationici alla base dei moderni ammorbidenti sono completamente e facilmente biodegradabili, rispondendo alle norme di leggi specifiche!

A dimostrazione di ciò, ormai da tempo gli ammorbidenti non sono più rilevati nell’acqua, dimostrando l’efficacia delle scelte industriali.

Chi ama avere i capi morbidi e profumati può dunque stare tranquillo e usare l’ammorbidente, che non presenta sostanze tossiche o dannose come molti pensano, bensì è realizzato rispettando tutte le normative vigenti che ne garantiscono la sicurezza per l’essere umano e per l’ambiente.

Se ancora preferite usare il rimedio della nonna, sappiate che aceto e bicarbonato contrastano la ruvidezza indotta dalla durezza dell’acqua, ma non risolvono completamente il problema. L’uso del bicarbonato potrebbe portare inoltre a incrostazione del tessuto e della lavatrice, danneggiandoli.

Cercate sempre fonti autorevoli! Diffidate da chi immette in rete notizie allarmistiche del tutto prive di basi scientifiche e vi invita all’acquisto di prodotti alternativi: spesso queste pubblicazioni hanno scopi puramente commerciali e non informativi.

Avete ancora qualche dubbio? Inviateci un tweet a @PulitieFelici usando gli hashtag #ChiediALinda e #FaccioBene.

 

 

Possono interessarti anche questi articoli: 
È già passato un anno dal primo post e sono successe un sacco di cose: abbiamo scritto di tanti argomenti diversi, abbiamo ospitato interessanti interventi di ...
Non sottovalutiamo la durezza dell’acqua: è una delle principali cause della perdita di efficienza di lavatrice e lavastoviglie nel lungo periodo ed è importante per la qualità del lavaggio....
Le giornate si accorciano e tutto sommato il nero è un colore che bene si adatta a questa stagione. Allora per associazione, oggi parleremo di come lavare i capi neri: sono...
Ieri mattina sono andata al supermercato a fare la spesa, per rifornire la dispensa dopo il lungo periodo delle feste. Mi sono lasciata alle spalle, per ovvi motivi, il reparto dolciumi e sono...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x