Lo scolapiatti va pulito più spesso!

Sarà che lo scolapiatti è associato alle stoviglie pulite e all’acqua, ma capita spesso di dimenticarsi di prendersene cura e lasciare che le incrostazioni di calcare si depositino a lungo sulle sue superfici. 
Prendiamo in considerazione due tipologie precise e distinte tra loro: gli scolapiatti realizzati o ricoperti di plastica o vetroresina e quelli realizzati in acciaio. 
I primi hanno generalmente una struttura sottile creata con un’anima in metallo e rivestita da una guaina di plastica. La superficie che li contraddistingue è per lo più porosa e le impurità si annidano in profondità.  Una volta smontati dai mobiletti di supporto, si consiglia di  lavarli dunque con una soluzione di acqua e ammoniaca utilizzando una spugnetta abrasiva e uno spazzolino destinato a questo specifico uso.
Lo scolapiatti in acciaio invece va trattato con un detergente anticalcare e una spugna morbida. Per le aree più difficili da raggiungere è possibile servirsi di uno scovolino morbido. 
Importantissimo: alla fine di questo e di ogni lavaggio è importante prestare grande attenzione all’asciugatura per evitare depositi stagnanti di acqua - che nella bella stagione attirano zanzare e insetti più in generale - e conseguenti cattivi odori, nonché la formazione di nuovo calcare.
Per qualsiasi informazione sulla cura della casa, scrivete una mail a redazione@pulitiefelici.it

 

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Newsletter

Abbonati alla newsletter di Puliti&Felici, riceverai ogni 4 mesi I migliori articoli da Puliti&Felici selezionati per te dalla redazione Contenuti extra e servizi in esclusiva

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x