Come leggere le etichette dei detersivi?

Conoscete tutti i simboli di sicurezza e pericolo? Vi siete mai chiesto cosa vogliono dire tutte le parole riportate sulle etichette?

Leggere le etichette dei detersivi e dei prodotti per la pulizia della casa è di vitale importanza per utilizzare correttamente i diversi tipi di detersivi che abbiamo a disposizione, evitando eventuali rischi e minimizzando l’impatto sull’ambiente

Sulle etichette dei detersivi è riportato un elenco di ingredienti che non rappresenta la lista completa un semplice elenco delle sostanze utilizzate di maggior rilevanza dal punto di vista della salute umana o dell’impatto sull’ambiente. Ciò avviene sia per i detersivi convenzionali che per i prodotti che si dichiarano ecologici. Chi vuole conoscere la lista completa di tutti gli ingredienti la può conoscere facendo riferimento all’indirizzo Internet riportato in etichetta.

Fra di essi (e questo vale per tutti i tipi di detersivi) quando vengono utilizzati ingredienti (di solito contenuti nei profumi), noti per poter causare manifestazione di fenomeni allergici negli individui già sensibilizzati, la loro presenza viene evidenziata, in modo da consentire a che sa di avere problemi di adottare le opportune precauzioni.

Oltre alle indicazioni relative alla composizione dei detersivi, troveremo in etichetta alcuni simboli specifici che indicano i rischi di utilizzo dei prodotti.

Questi simboli sono in fase di aggiornamento. Per questo motivo, sulle confezioni attualmente in vendita potremo trovare sia i vecchi che i nuovi simboli.

L'A.I.S.E., l’associazione internazionale dei produttori di detersivi, ha pubblicato una guida online illustrata che specifica i cambiamenti in corso per quanto riguarda i simboli di sicurezza dei detersivi. Entro il 2017, tutti i prodotti dovranno riportare i nuovi simboli.

Per fare un semplice esempio, la croce di Sant'Andrea nera su sfondo arancione, verrà sostituita da un punto esclamativo nero su sfondo bianco. Entrambi i simboli al momento indicano un pericolo per la salute, che potrebbe essere costituito dal rischio di irritazione della pelle, di sensibilizzazione o di grave irritazione agli occhi.

Ancora, il prodotto in questione potrebbe essere nocivo se ingerito.

Oltre ai simboli di pericolo (sono utilizzati allo stesso modo sia per i prodotti destinati ai consumatori, sia per quelli professionali) sulle confezioni dei detersivi potrete trovare altre icone, che suggeriscono buone norme di comportamento per la sicurezza (ad esempio invitando a tener fuori dalla portata dei bambini o a sciacquarsi le mani dopo l’uso, o per la razionalizzazione dell’uso (quali l’invito a fare lavaggi a pieno carico, ad usare la temperatura più bassa e simili)

 

 

Possono interessarti anche questi articoli: 
Per legge tutti i detersivi sono biodegradabili, ma cosa vuol dire “biodegradabile”?
...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x