Pulire il lino

Puliti&Felici - Pulire il lino

Il lino è una fibra naturale di origine vegetale alla base di uno dei tessuti più pregiati: è morbido, flessibile e resistente, ma presenta delle aree di vulnerabilità. Si stropiccia molto facilmente, per esempio; oppure tende a ingiallire o a sgualcirsi. Richiede pertanto molte cure e attenzioni.

 

Vediamo insieme quali.

 

ABBIGLIAMENTO

Una delle possibilità per mantenere i vostri capi in lino in buone condizioni è il lavaggio a secco: in caso di giacche e pantaloni particolarmente preziosi è la soluzione ottimale.

 

È pur vero che i capi di lino si possono lavare anche a casa, purché facciamo molta attenzione a come muoverci. Prima di tutto facciamo riferimento a quanto indicato sull’etichetta.

Cerchiamo poi di utilizzare sempre saponi o detergenti neutri, evitando l’utilizzo di cloro o candeggina che danneggiano il tessuto. Puoi usare eventualmente in alternativa gli sbiancanti a base di acqua ossigenata, ma agisci sempre con cautela, facendo una prova in una zona non visibile

La temperatura dell’acqua dev’essere tiepida e al termine del lavaggio assicuriamoci di sciacquare abbondantemente, prima di stendere il capo ad asciugare.

Anche stendere è importante, dato che il lino tende a stropicciarsi molto, meglio stendiamo i nostri capi e meno fatica faremo a stirarli quando sono asciutti.

 

STIRATURA

Prima di procedere con la stiratura, verifichiamo che il tessuto sia ben pulito: sarebbe ideale stirare quando i capi in lino sono ancora un po’ umidi. Così facendo fatichiamo meno e otteniamo un risultato migliore.

La temperatura del ferro va regolata in base alla grammatura del tessuto: ricordiamoci di fare una prova su un angolo. Se vediamo che il tessuto rimane segnato, utilizziamo un panno leggero come velo. Stirare il lino con il tessuto rivolto al contrario è il modo migliore per procedere.

 

MACCHIE

Dato che il lino viene utilizzato sia per capi d’abbigliamento che per tovaglie e lenzuola, le tipologie di macchie che possiamo incontrare sono tantissime. Per ciascuna, oltre ai prodotti specifici in commercio, è raccomandabile intervenire tempestivamente.

 

Ricordiamoci ancora una volta di leggere le istruzioni sull’etichetta, di intervenire direttamente sulla macchia fresca (quando possibile) e di fare una prova su una parte nascosta del tessuto (così capite meglio se il vostro intervento è efficace).

 

UNTO/GRASSO Per queste macchie, che possono essere molto spiacevoli, può essere indicato intervenire direttamente con uno smacchiatore a base di solvente Puoi usarne uno liquido, strofinando leggermente la parte macchiata appoggiata su uno pezzuola bianca ripiegata, che assorba il solvente con la macchia, posta sotto il tessuto, oppure usando uno spray, che assorbe lo sporco su talco. Nel caso di tovaglie o tessuti da sottoporre a lavaggio. Possiamo trattare la parte macchiata con un detersivo liquido ( fai sempre una prova in un angolo nascosto) ,lasciamo agire per dieci minuti e possiamo al lavaggio ordinario.

 

VINO Tamponiamo la macchia con sale e aceto bianco e poi sciacquiamo immediatamente, questo contribuirà a eliminare la macchia durante il lavaggio ordinario. Risultati migliori, se il tessuto lo consente, si ottengono usando uno sbiancante a base di acqua ossigenata.

 

CAFFÈ Un grande classico tra le macchie. Vi consigliamo di intervenire lavando il tessuto con acqua tiepida e ammoniaca. Vale comunque il consiglio dato per il vino.


GIALLO Non è una vera e propria macchia, ma il lino bianco tende ad ingiallirsi. Per ripristinare il colore originale, potete immergere il capo in acqua e aggiungere dell’acqua ossigenata con un rapporto di 1 a 10. Lasciate agire e poi provvedete al lavaggio ordinario.

 

Come si dice, l’eleganza ha un prezzo!

Possono interessarti anche questi articoli: 
La scorsa settimana abbiamo fatto una piccola esplorazione nell’ampio scaffale dei detersivi, soffermandoci in particolare su quelli specifici. Abbiamo elencato le caratteristiche di...
I capi delicati sono una categoria di indumenti che ci procura qualche piccola apprensione, per motivi diversi. Il primo è semplice: essendo delicati per definizione, richiedono più attenzione e...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x