Pulire la stufa a pellet

Puliti&Felici - Pulire la stufa a pellet

Che caldo in questi giorni: è bello poter finalmente prendere la bicicletta e fare un giro senza il bisogno di coprirsi per il freddo. Anche in casa è ormai arrivato il momento di spegnere i riscaldamenti e godersi la bella stagione. Chi di voi ha scelto un metodo di riscaldamento alternativo come la stufa potrà finalmente spegnerla e dirgli arrivederci al prossimo anno. Vediamo oggi come pulire la stufa al pellet.

Prima di iniziare con i consigli pratici, vorrei spendere due parole su un dettaglio che è sempre meglio non dare per scontato: qualsiasi parte della stufa vi stiate apprestando a pulire, assicuratevi prima che sia spenta e fredda, per evitare brutte sorprese.

 

PULIRE LA STUFA AL PELLET: LA CANNA FUMARIA

Innanzitutto, circa due volte l'anno, è necessario pulire la canna fumaria, per evitare accumulo di ceneri e incrostazioni che possono causare problemi di funzionamento e rendimento.

Questa operazione risulta un po’ complessa ed è quindi consigliabile rivolgersi ad un esperto. Vengono commercializzati dei pulitori specifici per la manutenzione di stufe e caldaie a pellet che consentono di  eliminare in modo semplice gli accumuli di fuliggine dal braciere, dalle condutture e dalla canna fumaria.

 

PULIRE LA STUFA AL PELLET: IL CASSETTO CENERE

Detto questo, per pulire la stufa a pellet, il primo passo è liberarvi del pellet residuo e della cenere che si è depositata all'interno del focolare: per farlo è sufficiente un aspirapolvere tipo "bidone".

Rimanendo in tema cenere, il passo successivo è occuparvi del cassetto dedicato al suo contenimento. Questa è un’operazione piuttosto semplice, che va però svolta con molta regolarità, in base all’uso che fate della stufa. Generalmente il cassetto cenere è estraibile:  dovete quindi estrarlo, svuotarlo e  aspirare la cenere presente nel vano cassetto, per poi reinserirlo con cura.

Quando non è previsto un cassetto estraibile, è sufficiente aspirare tutta la cenere dal vano dedicato.

 

PULIRE LA STUFA AL PELLET: IL VETRO

Anche la pulizia del vetro è molto semplice se effettuata con una certa frequenza. Per la pulizia di routine potete utilizzare della semplice carta bagnata con dell’acqua e poi passata nella cenere, mentre per la pulizia di aloni e parti annerite è meglio utilizzare un prodotto per vetri in commercio, oppure ricorrere all’ammoniaca.

 

PULIRE LA STUFA AL PELLET: LA CALDAIA

La manutenzione della caldaia comporta essenzialmente un’altra operazione di aspirazione della cenere, per la quale è necessario estratte il braciere in ghisa e la parete della caldaia, così da eliminare tutti gli eventuali accumuli di cenere. Non serve che lo facciate con troppa frequenza, sono sufficienti  due interventi nel corso della stagione.

 

Coraggio fate un ultimo sforzo e mandate in letargo la stufa. Buon lavoro!

Linda

Possono interessarti anche questi articoli: 
È praticamente impossibile che in casa non ci siano oggetti d’argento: l’argenteria della nonna, una bomboniera, una moneta, un orologio, le posate o qualche oggetto regalato in...
Tutti noi sappiamo quanto è importante la luce all’interno di una casa. Per questo quando scegliamo lampade e lampadari, cerchiamo un design e un tipo di luce che contribuiscano al confort e all...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x