Pulire la cappa aspirante

Puliti&Felici - Pulire la cappa

Arriva il momento in cui ci accorgiamo che la cappa della cucina non aspira bene. Beh, è ora di pulirla o di sostituire il filtro…è anche un segnale che forse avremmo dovuto farlo prima, ma poco male.

Rimediamo subito!

 

CAPPA, PERCHÉ TENERLA PULITA?

La cappa è fondamentale perché elimina i vapori e gli odori quando cuciniamo, la sua regolare pulizia è importante per mantenere il corretto funzionamento e l’efficienza nel lungo periodo.

 

COSA SERVE?

Per la pulizia della cappa servono: una spugna, detersivo per piatti e un buon detersivo sgrassante. Aceto e bicarbonato, per chi vuole sperimentare i prodotti fai-da-te, saranno probabilmente già disponibili in casa. Pochi strumenti facili da rimediare per intervenire efficacemente.

 

IL FILTRO

La prima operazione riguarda il filtro: smontate la griglia della cappa ed estraetelo.

Valutate le sue condizioni: se pensate che sia troppo impregnato di unto e sporco, forse è il caso di sostituirlo. Se invece è semplicemente sporco, potete procedere con la pulizia.

Immergetelo in una vaschetta con acqua calda e detersivo per piatti (è quello che per l’elevata quantità di tensioattivi, eliminerà meglio lo sporco che lo impregna). Dopo qualche minuto sfregatelo fra le mani per facilitare la fuoriuscita dello sporco, poi risciacquatelo sotto l’acqua corrente e fatelo asciugare.

 

PULIZIA IN POCHE MOSSE

La griglia può essere pulita spruzzandola con il detersivo sgrassatore e strofinandola con una spugna; probabilmente dovrete insistere con l’operazione e magari ripeterla per ottenere un buon risultato. In alternativa potete immergere la griglia in un contenitore con acqua e bicarbonato, aspettando qualche tempo prima di strofinare con una spugna abrasiva

Per l’esterno della cappa, utilizzate lo sgrassatore e spruzzatelo sulle superfici sporche: agite in modo che tutte le parti unte e sporche siano rimosse. Nel caso che la cappa sia di acciaio inox, potete usare i prodotti specifici che vi daranno un risultato più brillante. In alternativa, se l’acqua dura che avete usato lasciasse residui opachi, potete provare a fare un trattamento finale con aceto.

 

E ora che la cappa è tornata a splendere, mettersi ai fornelli vi darà ancora più soddisfazioni.

Linda

Possono interessarti anche questi articoli: 
La lavastoviglie è la migliore alleata di chi non ama lavare piatti e pentole! Ma per cosa può essere utilizzata?
...
Buongiorno ragazze,
...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x