Ammoniaca: composizione, proprietà e uso domestico in sicurezza

Presente in molte delle nostre case, sia allo stato puro che come componente di prodotti detergenti, l’ammoniaca è un'arma in più utile in occasione di specifiche pulizie domestiche.
Allo stato puro si tratta di una sostanza chimica vera e propria, che risponde quindi alle norme sulle sostanze chimiche e anche a quelle specifiche dei detersivi che hanno una particolare attenzione per il consumatore; quindi è fondamentale adottare particolari accortezze prima, durante e dopo l’uso.

L’ammoniaca pura NH3 è una sostanza gassosa, a base di azoto ma normalmente viene fornita in forma di soluzione diluita, incolore e dall’odore intenso e penetrante, che può causare lacrimazione, se inalata. Proprio per le sue caratteristiche, è necessario adottare alcune misure di sicurezza quando la si utilizza, come ad esempio:
- indossare guanti e altre protezioni sulle parti del corpo scoperte per evitare eventuali ustioni da contatto;
- areare sempre l’ambiente in cui viene applicata;
- non usare in caso di stanze prive di finestre, 
- diluirla solo con acqua e mai con altre sostanze, specialmente la candeggina.
Se invece si utilizzano detergenti che la contengono, non è necessario osservare particolari precauzioni, in quanto solitamente le formule arricchite con ammoniaca sono sicure e consigliate per ottenere velocemente risultati ottimali.

Ma quindi dove e come la si può usare quando puliamo?
Il suo notevole potere sgrassante viene impiegato per rimuovere facilmente sporcizia e aloni dalle superfici nei seguenti ambienti della casa:
in cucina, per rimuovere le incrostazioni dalle griglie del forno e dei fornelli e la patina di unto che si forma sui pensili, compresi il paraschizzi e la ventola;
in bagno, non ha un effetto sulla rimozione del calcare e degli sporchi  che lo contengono, ma può essere usata per dare un aspetto  splendente alle piastrelle, ai vetri del box doccia e ai sanitari di uso comune, come lavandini, bidet, WC, vasche da bagno e docce;
su vetri, cristalli e superfici trasparenti, per eliminare l’opacità e gli aloni facendoli tornare subito splendenti;
nel bucato, aggiunta al detersivo liquido ne può potenziare l’azione sullo sporco grasso. I detersivi di buona qualità garantiscono comunque buoni risultati anche senza ricorrere ad essa.;
sui tappeti, per farli tornare come nuovi dopo avergli fatto prendere aria;sulla povere e sullo sporco però ovviamente non ha effetto
su pavimenti esterni, come marciapiedi e balcone, per eliminare facilmente escrementi di animali.

Qualunque sia l’uso che decidete di farne, ricordatevi sempre di non versare mai l’ammoniaca pura sulle superfici, ma di diluirla prima in acqua tiepida, premurandovi di applicarla con un panno inumidito e di effettuare un secondo risciacquo utilizzando solamente acqua per eliminare eventuali residui chimici.

 

Per approfondimenti potete leggere:
Candeggina: tutte le sue proprietà e applicazioni
Cos'è e come si utilizza l'alcool etilico denaturato
La sicurezza in casa è fondamentale: come fare prevenzione

Nessun dubbio sulla sicurezza di detergenti e prodotti per la manutenzione della casa

 

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x