Elegante ma delicato: come pulire il velluto

Puliti&Felici - Come pulire il velluto

C’è chi lo odia e chi lo ama, chi lo sceglie per divani e poltrone e chi lo sfoggia nell’abbigliamento e addirittura nelle scarpe. Sto parlando del velluto, un tessuto prezioso e raffinato in grado di donare uno stile elegante, ma che riserva non poche difficoltà nella sua pulizia e manutenzione. Non temete, sto per darvi qualche dritta a riguardo.

Pulire il velluto

Il trattamento del velluto dipende dal tipo di capo che dobbiamo trattare; tenete presente comunque che il velluto non ama troppo l’acqua, per cui cercate sempre di non impregnare il tessuto e non usare acqua calda, per evitare che scolori.

Pulire poltrone e divani in velluto

Nel caso di divani e poltrone in velluto, curate molto la pulizia quotidiana; in caso di macchie, soprattutto se di natura grassa, assorbitele con talco, l’aspirapolvere vi aiuterà poi anche ad eliminare la macchia. Trattate le macchie residue con cautela , utilizzando una soluzione di sapone di marsiglia o di detersivo per piatti e strofinando con una spazzola morbida. Potete preparare la soluzione in una bottiglia di plastica, agitarla forte ed utilizzare solo la schiuma ottenuta. Si può anche usare uno sgrassatore, ma verificate su una parte nascosta che il tessuto resista al trattamento. In alternativa è meglio utilizzare le apposite schiume a secco (le stesse dei sedili delle auto), che dovrebbero dare il risultato migliore.

Pulire capi di abbigliamento in velluto

Per i capi d’abbigliamento in velluto, il trattamento delle macchie localizzate è analogo: spazzolate delicatamente la macchia con poca soluzione di sapone di marsiglia, detersivo per piatti o sgrassatore rispettando il verso del velluto, fate asciugare ed eventualmente sollevate il pelo spazzolando nel senso contrario. Il trattamento vale anche per i colletti, che possono essere problematici: armatevi di pazienza, ripetete eventualmente il trattamento, ma non esagerare con la quantità o la concentrazione della soluzione, per evitare di danneggiare il capo.

Per lavare invece il capo intero, se non è prescritto il lavaggio a secco, potete anche usare la lavatrice; lavate sempre i capi di velluto separatamente, rivoltandoli per evitare che lo strofinio li danneggi. Utilizzate un detersivo per delicati, aggiungete i foglietti salva-colore e  usate un programma per seta o lana max 30°, evitando o limitando la centrifuga. L’uso dell’ammorbidente contribuirà a riportare il capo al suo aspetto originale. Anche la stiratura dovrà essere leggera per evitare di ammaccare troppo il tessuto.

Pulire le scarpe in velluto

Per le scarpe puoi seguire i consigli dati sopra per le macchie localizzate, facendo sempre attenzione a non impregnare troppo il tessuto; anche in questo caso intervenire tempestivamente con il talco ti aiuterà ad assorbire la macchia e faciliterà il trattamento.

Care amanti del velluto il proverbio non mente: chi bella vuole apparire...un po’ deve soffrire.

Buon lavoro,

Linda

Possono interessarti anche questi articoli: 
Il caldo ha un sacco di vantaggi: è salubre, ci rigenera, ci permette di trascorrere fantastiche giornate all’aperto…ha anche una piccola pecca: sudiamo di più. Ora vediamo come...
I capi delicati sono una categoria di indumenti che ci procura qualche piccola apprensione, per motivi diversi. Il primo è semplice: essendo delicati per definizione, richiedono più attenzione e...

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x