Mettere in ordine libri e materiali scolastici: come fare?

Mai come quest’anno il ritorno a scuola è stato un momento tanto atteso da grandi e bambini di tutta Italia e, ora che finalmente possiamo tornare ad avere una routine quotidiana relativamente normale, è arrivato anche il momento di affrontare una problematica insita nel percorso di studio di tutti i ragazzi: come mettere in ordine libri e materiali di cancelleria.

Sia che si tratti di alunni di scuola primaria, con zaini e cartellini straripanti di fogli da disegno e colori di ogni sorta, o di studenti delle scuole secondaria, che ogni anno devono acquistare quasi una decina di testi nuovi, i vostri figli si ritroveranno in men che non si dica a utilizzare una grande quantità di oggetti scolastici che a poco a poco finiranno sparpagliati in giro per tutta la casa. Non disperate però, vi basterà adottare alcuni semplici accorgimenti per porvi subito.

Predisporre lo spazio
Per prima cosa è necessario ricavare un angolo appositamente dedicato allo studio (solitamente in camera), che dovrà comprendere una scrivania e dei mobili o una libreria in cui riporre di volta in volta ciò che viene usato. Abbellite la postazione con pochi oggetti carini, come qualche foto o immagine appesa al muro e magari una piantina, senza però esagerare per non creare confusione ed evitate di collocare nelle vicinanze dispositivi elettronici che potrebbero diventare fonte di distrazione.

Organizzare i libri  
È importante che i libri siano disposti con logica, posizionando in alto i meno utilizzati e più in basso quelli di uso più frequente, e prediligendo una sistemazione in orizzontale, dal momento che molti testi scolastici hanno la copertina morbida e rischiano di scivolare se messi in verticale. Qualora non siano presente mobili sufficientemente capienti è invece possibile optare per dei pratici contenitori in cartone rigido, in cui potete suddividere libri e quaderni in base alle materie.

La pulizia dello scaffale dei libri
L’aspirapolvere è naturalmente un alleato prezioso per questo scopo, ma anche l’utilizzo dei piumini, naturali o più probabilmente quelli sintetici, adattissimi per catturare la polvere in tutti gli anfratti della libreria, è utilissimo per la pulizia routinaria di questo mobile, che spesso non brilla per ordine.

Eliminare il superfluo
Il modo migliore per fare una selezione dei materiali è quello di eliminare ciò che non serve più. Iniziate dalla cancelleria, separando le matite intatte da quelle rotte e i colori funzionanti da quelli scarichi, poi passate a oggetti più grandi (righelli, compassi, albi da disegno, cartelline) fino ad arrivare i libri. Selezionate quelli ancora in uso consultando le liste ufficiali disponibili sui siti delle scuole secondarie ed eliminate quelli non più in adozione, smaltendoli tramite la raccolta differenziata se fuori catalogo o portandoli alle librerie che effettuano compravendita dell’usato.

Ora che è tutto pronto non vi resta altro da fare se non stimolare i vostri ragazzi a mantenere l’ordine nello svolgimento della loro attività di studio, sistemando tutto dopo aver finito di studiare e magari preparando anche già lo zaino per il giorno dopo, e il gioco è fatto!

 

Per approfondimenti potete leggere:
Sta per iniziare la scuola: tutti ai nastri di partenza
Come pulire lo zaino e i materiali scolastici prima di iniziare le vacanze
Sommersi dai libri: ecco cosa fare
Pulire i giocattoli dei bambini

 

 

La playlist

Le pulizie domestiche sono più divertenti a tempo di musica!

> ASCOLTALA ORA <

Seguici su Facebook

Gentile Visitatore, il presente sito web utilizza cookie di tipo tecnico e cookie di "terze parti". E' possibile prendere visione della privacy policy estesa e gestire l'utilizzo dei cookies secondo le Sue preferenze accedendo alla presente informativa. Proseguendo la navigazione o chiudendo il presente banner, verrà accettata l’impostazione predefinita dei cookies che potrà essere gestita e modificata anche successivamente accedendo alla pagina "gestione dei cookies".
x